Vino Passito

  • Assolo

    117,00 
    Assolo Tallarini Moscato Giallo della Bergamasca moscato giallo 100% Nasce esclusivamente su di una delicata collina baciata dal sole, chiamata * Ronco delle Primule *. Coccolato dai nostri ragazzi, in particolar modo, dobbiamo dirlo, nel cuore dei nostri viticultori, c’è questo angolo di terra che loro amano più di altri vigneti: a dire il vero quando si passeggia fra i filari si sente qualcosa di speciale, come se se ne facesse parte. Questa meraviglia dedicatela ai momenti più belli della Vostra vita. già dal primo assaggio si viene trasportati in un paradiso di sensazioni uniche ed irripetibili. Il nostro consiglio è di degustarlo per scoprirne i suoi segreti, in famiglia e con gli amici più cari, senza accompagnarlo con altro che la vostra felicità, provate, Vi sorprenderà. CARATTERISTICHE: Vino bianco dolce ottenuto da uve stramature, bottiglia da 0.5 Lt, colore giallo oro intenso con riflessi ambrati, con sentori di camomilla, miele di acacia e fiori di zagara. Si accompagna a formaggi erborinati e stagionati, Foie gras. Elegante vino da meditazione anche in abbinamento a pasticceria secca. Servire a 12°C – 14° C. 14,5%.
  • Moscato di Scanzo

    52,00 62,50 
    Moscato di Scanzo Tallarini Moscato di Scanzo DOCG Il nome dichiara senza incertezze l’origine: il “Moscato di Scanzo” è vitigno autoctono plasmatosi nel corso dei secoli per l’opera della natura e dell’uomo sul territorio collinare dell’omonimo comune alle porte di Bergamo. Unico sia dal punto di vista ampelografico che nella ricchezza aromatica, è capace di esprimersi al meglio dopo un periodo di appassimento. Solo i grappoli perfettamente sani ed integri vengono avviati all’appassimento posandoli per circa 40 giorni sui tradizionali graticci. Dopo lentissima fermentazione a contatto con le bucce, il vino viene affinato in acciaio e quindi in bottiglia per un periodo complessivo di almeno due anni. Il colore è rosso rubino intenso con riflessi che con il passar del tempo virano dal porpora al granato. I fiori (rosa passita), la frutta nei vari stadi di maturazione e conservazione (da quella fresca a quella candita), le spezie con una penetrante sensazione pepata sono il marchio caratteristico che si coglie al naso. In bocca è morbido, vellutato e garbatamente dolce. Le medesime sensazioni colte al naso si fermano lungamente nel palato, riempiendolo. E’ vino adatto a meditazioni e conversazioni. Tradizionalmente lo si accompagna alla pasticceria secca o in modo più azzardato, a formaggi erborinati. Consigliamo di apprezzarlo in bicchieri a tulipano di media grandezza servendolo ad una temperatura compresa tra i 16 ed i 18 gradi.
  • Moscato Passito di Gandosso Tallarini

    58,00 90,00 
    Moscato Passito di Gandosso Tallarini Valcalepio Moscato Passito di Gandosso DOC La vigna di “ Moscato di Scanzo “ messa a dimora attorno alle cantine di Gandosso, ha caratteristiche particolari, dovute soprattutto alla natura pedologica dei terreni costituiti da calcare in grande concentrazione. Tradizionale il sistema di allevamento con pergoletta bergamasca a tralcio non troppo corto per assecondare la predisposizione del vitigno a fruttificare meglio sulle gemme lontane. Le uve rimangono ad appassire per più di un mese in cassette di legno, sempre tenute sotto controllo e mondate quotidianamente dagli acini non perfettamente maturati. Nel mese di dicembre, generalmente con un ritardo di una settimana rispetto a quelle provenienti dalla zona classica di Scanzo, vengono attentamente vinificate. La fermentazione è lentissima ed il successivo affinamento del vino prevede il passaggio di una piccola percentuale del totale in piccole botti di ciliegio. Colore intenso con riflessi granati; profumi freschi e floreali di lunga persistenza, in ciò supportati e rinvigoriti da un piacevole tenore di acidità ne sono le caratteristiche essenziali alla degustazione. Salvia sclarea, chiodi di garofano, rosa canina, frutta secca e confettura sono alcuni dei sentori più evidenti. In bocca risulta pieno e strutturato, fresco e serbevole con note inconfondibilmente legate al profilo aromatico del vitigno. Si serve tra i 14 ed i 16 gradi in bicchieri adatti ai vini da meditazione.

Titolo

Torna in cima